lunedì 5 marzo 2018

Recensione serie "La principessa degli elfi", Licia Oliviero

Autrice: Licia Oliviero
Titolo: La principessa degli elfi (Principessa degli elfi #1)
Prezzo: cartaceo 13.99 e-book 0,99

Link d'acquisto: QUI



Serie La principessa degli elfi:
1) La principessa degli elfi
2) La principessa degli elfi - la rivolta
3) La principessa degli elfi - la maledizione













Trama

Layra ha vissuto i primi dieci anni della sua vita completamente all'oscuro delle sue origini e del suo retaggio, consapevole solo di essere diversa da tutti gli altri, per il diadema azzurro che le cinge la fronte come un tatuaggio.
Quel simbolo la contraddistingue come Principessa degli Elfi della Luce e il suo destino è riscattare il suo popolo dalla tirannia degli Elfi Oscuri, che hanno usurpato il suo trono. Una volta scoperta la verità, tuttavia, è rapita dai demoni e, nonostante lei tenti più volte la fuga, solo quattro anni dopo ritrova la libertà.
La prigionia l’ha marchiata e la sua fiducia nel prossimo è quasi scomparsa, eppure riuscirà a trovare l’amore e l’amicizia, che le resteranno accanto, sebbene il suo destino sia incerto, costellato di tradimenti, fughe e nemici potenti.
Un racconto magico capace di evocare le forze del Bene e del Male sovrane del destino di ognuno di noi.







Recensione


Buon pomeriggio a tutti e bentornati sul blog con la recensione del primo volume della trilogia "La principessa degli elfi"; chiedo scusa all'autrice per averci messo un bel po' a leggerlo e quindi a fare la recensione. 
Questo romanzo ha per protagonista Layra, una ragazzina, da anni convinta di essere ciò che non è: umana ma comunque diversa dai suoi coetanei con cui vive ed è consapevole di questa diversità per due cose: il suo diadema, e il fatto che vede creature che NESSUN ALTRO vede: FOLLETTI, FANTASMI e altro; è convinta di essere umana, almeno fino al giorno in cui, nell'orfanatrofio dove ha sempre vissuto, non compare un uomo, che le fa capire, uccidendo i folletti che solo lei vede, di essere diversa dagli altri, di essere qualcosa che lei non immagina nemmeno.
Ed è così che Layra si ritrova a comprendere di essere la principessa degli Elfi della Luce, ma ovviamente non tutto va per il meglio: è consapevole di chi è, ma proprio per questo, viene rapita dai demoni da cui si riuscirà a liberare solo dopo quattro anni; Layra viene trovata svenuta da un ragazzo, Anter, che la porta nel rifugio dove abita con la sorella e tanti altri; all'inizio non si fidano di lei, ma pian piano ci sarà chi sarà dalla sua parte e non solo Anter e la sorella Ally; ma ovviamente le cose si mettono di nuovo male, quando uno dei ragazzi che vive con l'Alleanza, il gruppo di ribelli dove apparentemente, Layra è al sicuro, si rivela per quello che è: un traditore che non ha nessun rimorso nel rimandare Layra nelle grinfie di chi aveva tradito i suoi genitori; tra una disavventura e l'altra, Layra si innamora di Anter e Anter di lei, ma ovviamente Amos, il Principe degli Elfi Oscuri, fa di tutto per tenere Layra con sé e ci riesce pure.
Ma chi l'ha detto che alla fine, Layra non riesca a ribellarsi, a tornare sul trono, facendo tornare il SUO regno, com'era ai tempi dei suoi genitori, e a sposare IL RAGAZZO CHE AMA VERAMENTE? Layra pian piano impara anche a controllare i suoi poteri, anche se Amos in parte ne approfitta per tenerla sotto il suo potere.
Questo romanzo è un mix di fantasia, avventura, amore e pericolo, proprio quello di cui sono appassionata; Licia è riuscita a farmi entrare nel cuore, nella pelle ogni personaggio, a farmi odiare i cattivi, a farmi amare i personaggi buoni; spero solo che nei prossimi volumi, si risolva tutto, ma i genere, quando sono serie, il lieto fine, se arriva, è sempre nel volume conclusivo. Spero solo di resistere!
Quindi sì, vi consiglio vivamente questo romanzo, soprattutto se siete appassionati di fantasy.



La mia valutazione
5









Layra sentì le emozioni turbinare dentro di sé, spingendo e sgomitando per uscire, per essere liberate.
Il suo medaglione iniziò a bruciare...
"A bruciare?" pensò lei, ricordandosi di non pensare di più.
Chiuse gli occhi strizzando le palpebre e improvvisamente avvertì il potere dentro di sé, acciambellato come un serpente addormentato, pronto a scattare.



8 commenti:

  1. Ti ringrazio tantissimo per la recensione!
    Tranquilla, non mi hai fatto aspettare affatto, anzi sei stata velocissima! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per avermi dato la possibilità di leggere il romanzo; appena riesco vedo di iniziare il secondo

      Elimina
  2. ¡Hola, gracias por seguirme! me quedo por aquí yo también.
    Nos leemos, un saludo

    RispondiElimina
  3. Muchas gracias por tu visita, me ha dado la oportunidad de conocer tu blog. Es estupendo y me quedo como seguidora. Un abrazo, Clara

    RispondiElimina
  4. Hola gracias por seguirme, yo tambien me quedo por aqui mirando tus publicaciones.bss desde Asturias

    RispondiElimina
  5. He encontrado ahora mismo tu blog y tengo que decirte que es un espacio encantador, me ha entusiasmado todo, asi que para no perderme ninguna entrada me hago seguidora ahora mismo!!
    Te invito a dar una vuelta por mi rinconcito, espero que tambien te guste!!
    Un Saludo

    RispondiElimina
  6. Ciao Benedetta, grazie di essere passata a trovarmi e di esserti unita ai miei followers, contraccambio con molto piacere, visti i contenuti interessanti che pubblichi.
    A presto!
    Silvia

    RispondiElimina
  7. Gracias por tu visita y por seguirme, me encanta tu blog es muy amena tu lectura y por ello me alegro de haber podido conocer tu blog, sigue así, es estupendo, un abrazo ¡hasta pronto!

    RispondiElimina